mercoledì 26 febbraio 2014

Equilibri incerti

DSC04130

Stamattina, leggendo i pensieri di Fosca, e scrivendole un breve messaggio, mi è ritornata in mente una bella esperienza fatta non tanto tempo fa.

Ho recuperato questa foto dal blog Bimbissimi's. In verità non ho chiesto il permesso di prenderla ma, trattandosi di me e di Noemi, sono sicura che Stefania ne sarà contenta!

La mia piccola ha delle maestre speciali, e spesso trasmette a casa quello che impara tra i banchi. Da cinque anni, con la guida della maestra Patrizia, tutta la sua classe pratica lo yoga.

Non avevo conoscenza nè tantomeno curiosità nei confronti di questa pratica. Sono sempre stata una frana in tutte le attività fisiche, ed ho sempre patito da bambina la competizione e le gare. Ormai adulta, e sacrificando un ginocchio, ho imparato a sciare ricevendo in premio orizzonti inimmaginati e una fantastica sensazione di libertà.

Grazie all'esperienza fatta da Noemi, ho scoperto ed apprezzato molti aspetti della disciplina, sapientemente trasmessi da Patrizia. Ogni anno ormai, ai quaderni delle "materie curricolari" si aggiunge un bellissimo album con i disegni e i pensieri sullo yoga e, nella festa conclusiva, una dimostrazione pratica collettiva. Risultano evidentissimi i progressi e le capacità acquisite dai bambini: concentrazione, capacità di ascolto e di autoanalisi, equilibrio psico-fisico, serenità.

Ed eccoci alla foto.

Un mese fa l'associazione Cifa, attiva nel campo delle adozioni internazionali, ha organizzato con il supporto di Bimbissimi's e la guida di Patrizia, un incontro pomeridiano di introduzione allo yoga per genitori e bimbi.

L'esperienza è stata semplice e completa allo stesso tempo. Un'occasione preziosa, per scoprire un nuovo canale di comunicazione emotiva tra genitore e bambino attraverso il massaggio del viso.

Lo so, il mio equilibrio continua a essere un pochino instabile, ma basta un sorriso ed una piccola mano...

domenica 23 febbraio 2014

Denti Aguzzi ovvero “knitted lace in the round”

IMG_20140223_112451

Anche se a volte ci vuole tempo, è una piccola soddisfazione abbinare filato e modello!

Lavorando il mio Nori ho capito, purtroppo  a mie spese, quanto sia impegnativo il  “knitted lace”. Bisogna infatti lavorare i gettati e le diminuzioni sia sul diritto che sul rovescio del lavoro. In tal modo si ottiene un motivo molto delicato in cui i fori sono separati da un singolo filo.  La maggior parte dei lavori traforati si classifica invece come “lace knitting” che, tecnicamente parlando, è una lavorazione più semplice. In quest’ultimo caso il motivo è infatti eseguito solo sul diritto, mentre il ritorno è un tranquillissimo ferro a rovescio. Ad un occhio esperto la differenza è evidente perchè i fori risultano separati da due fili intrecciati!

La cosa bella è che, se lavorato in tondo, il temutissimo “knitted lace” si addomestica moltissimo! Utilizzando un’unica bellissima matassa di Malabrigo Rios, ho provato a realizzare un collo traforato in tondo, e così ne è venuto fuori il mio “Denti Aguzzi” che, vi assicuro, abbaia ma non morde! L’unica raccomandazione che faccio è quella di avviare il lavoro in modo molto morbido, possibilmente usando la tecnica del German Twisted Cast On .

IMG_20140223_112747

Sometimes it takes a lot to combine yarn and pattern stitch, or maybe it’s just a mattern of inspiration.

Working my latest lace project Nori, I realized how difficult “knitted lace” could be You have to perform yo’s and decreases both on right and wrong side od work, thus obtaining a lace mesh with holes being separated by a single strand of yarn. If lace pattern is worked on right side of work only, it’s called “lace knitting” and produces holes separated by two twisted threads.

Could knitted lace be easier if worked in the round, always facing the right side of work? I decided to give it a try with a small project requiring one single skein of a gourgeous Malabrigo Rios yarn. So, this is how my Denti Aguzzi cowl was born. It’s easier than it seems! All I have to recommend is to cast on very loosely, using if possible the method called German Twisted Cast On .

martedì 11 febbraio 2014

Pensieri dalle retrovie


E mentre aspetto che arrivi il momento di salire sull'aereo che ti riporterà a casa  ripenso alle avventure dei giorni scorsi, agli incontri, alle scoperte, alle attese , alle sorprese che hai vissuto. Da sola. Lontana da noi.
Le nostre ansie, seppure piccole, scaturivano più dal desiderio di seguirti, da lontano, senza interferire. Spettatori della tua vita, dei tuoi modi, del coraggio e delle tue incertezze.
E così è stato. In questo villaggio globale che azzera le distanze abbiamo seguito le tue tracce senza mai raggiungerti . Sempre in ritardo sulle tue giornate.
Come diceva la maestra Rita, si tratta di esperienze fantastiche che migliorano figli e genitori...

E' stata una prova generale anche per noi. 
Anche se l'azione è in prima linea, non si sta poi così male nelle retrovie!

lunedì 10 febbraio 2014

Per continuare a condividere

canc

Qualche volta torno indietro nel tempo a rileggere vecchi post su questo blog un po' antico...le foto delle "bimbe" molto più bimbe di adesso, gli entusiasmi da cui mi sono lasciata catturare, le emozioni e le soddisfazioni che ho provato a condividere. E le malinconie, le paure che ho dissimulato anche a me stessa, sono pure qui, come buchi che non sono riuscita a riempire, e che forse prima o poi dimenticherò. Rimarranno solo le cose più belle!

Nel weekend di san Valentino vorrei festeggiare l'amicizia tra knitters, perchè pur tra alti e bassi i nostri progetti ci spingano sempre avanti! Andando su Ravelry dal 14 al 16 Febbraio potrete scegliere e scaricare gratis uno di questi modelli.

Talco, Fall Shades, Xmas Late Mitts, HP’scar Sweater

Sometimes I go back in time and I read here and there old posts in this aging blog... I'm surprised by the pics of my girls, I hardly remember them being so young. At times I was so enthusiastic about things and so proud to share my satisfaction. But here, in the voids I didn't manage to fill, I meet my fears and sadnesses as well. I'm sure I'll forget them, only the best part will last in the end!

So I'd like to celebrate fellowship among knitters, wishing our projects can always drive us through ups and downs! During next Valentine days (February14-16 ) you can choose and download for free one of these patterns from Ravelry.

giovedì 6 febbraio 2014

Iniziare è facile…

IMG_20140130_211345 (1)IMG_20140130_213858IMG_20140204_150829IMG_20140206_105031
… e anche molto divertente! Ma poi c’è la salita, e non so come arriverò in cima!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails